-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CHI SONO LIBERTÀ DAL DOLORE VULVODINIA? METODO START HEAR YOUR HEART© MIND-BODY COACHING TV

facebook.png twitter.png pinterest.png google.png youtube.png linkedin.png instagram.png

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

6 Passi nella Giusta Direzione: la Vita che Vuoi

Per la stragran maggioranza di noi può essere più facile confondere l’esperienza diretta di un’emozione con il “pensarla” - (le emozioni non si pensano, si sentono), oppure con un sintomo fisico, come per esempio un mal di testa, o i sintomi pelvici, o il dolore diffuso della fibro, oppure con uno stato fisiologico come per esempio la stanchezza, -e, per corollario, risulta estremamente più difficile processare le emozioni.
Nessuno ci ha mai infatti aiutato a sentire le emozioni- anzi, è vero il contrario: nella mia esperienza con migliaia di donne, ci è stato insegnato a non sentirle, a dis-abitare il corpo. Più parlo con loro, più le ascolto ed entro in contatto con nuove donne di tutte le età, più le vedo nel mio studio o via web:
più accade.
Sempre più si conferma questa triste realtà: di tutte coloro che ho incontrato nel mio lavoro, in primis me stessa, NESSUNA sapeva, o ancora non sa, come "parlare corpo" e comunicare con il corpo. Anche nella Mind-Body Community tanti dubbi e domande durante la pratica.
Il dolore, paradossalmente, è il grido disperato di un corpo disabitato. Ma, se ci rifletti, ha totalmente senso!
Infatti paghiamo un prezzo molto alto per questa separazione e incapacità di incontrare le nostre emozioni e ricevere le preziose informazioni che ci donano ogni istante, al nostro servizio.
Man mano che andiamo avanti, e le nostre emozioni continuano a essere misconosciute e rigettate. sperimentiamo sempre di più una stanchezza e prostrazione profonde che nemmeno un buon sonno riesce più a recuperare.


Non è l’età che ci toglie le energie, ma la nostra mente lasciata senza guida, perché le nostre energie SONO le nostre emozioni.
E-Mozione = E-Motion = Energy in Motion = E-Movēre = Energia in Movimento.


Non solo: sviluppiamo ansia, e se continuiamo a non ascoltare/sentire/vedere/capire perdiamo ancora più pezzi della nostra Anima, ci dis-integriamo, e questo ci fa spiraleggiare giù in depressione e ci sentiamo spente, chiuse, senza contatto. Non ci siamo più. Conosci qualcuno a cui è successo?
Poiché al 99.9% questa società svaluta le emozioni e il sentire e mette sul piedistallo la pseudo-razionalità ed esclusivamente l’energia yang del fare, fare, fare, al 99.9% facciamo tutte la stessa identica cosa: abbandoniamo queste parti vulnerabili e indifese di noi stesse: le nostre emozioni…
... di nascosto da tutti, ci accorgiamo di non sapere più cacciare fuori le lacrime vere e il nostro rubinetto è secco e asciutto (creatività compresa), oppure affoghiamo in un oceano di disperazione. Tutto questo nella solitudine delle nostre case, nelle nostre situazioni personali private, chiuse nella nostra stanza, se abbiamo privacy, o nel bagno, isolate le une dalle altre - “nessuno deve sapere” - e tutto questo ci fa sentire ancora più sole e senza speranza.
E crea un’enorme pressione su di te, che ti impedisce di ottenere la guarigione duratura (e di restare sana una volta guarita).
Non potrebbe essere altrimenti.
Oggi perciò voglio guidarti in un procedimento grazie a cui scoprirai come distinguere (e così poter processare) un’emozione da un sintomo e da un giudizio mentale e processarla adeguatamente.
SFIDA MIND-BODY Ti sfido a usare questo tool per almeno 29 giorni, e se porti a termine la sfida scrivimi una email e raccontami come è andata la tua esperienza, e puoi anche lasciare il tuo commento al post. E se accetti la sfida, avrai un bonus speciale per il mio corso HBI!
Iniziamo? Trova un luogo e uno spazio in cui prenderti cura di te indisturbata (again: privacy, ma stavolta per connetterti davvero con te!). NEXT:
  1. Chiediti: cosa sto provando emozionalmente?
  2. Nomina lo stato senza giudicarlo o cercare di capire da dove viene o perché lo stai avendo.
  3. Sentilo nel corpo, come sensazione: dove si trova questa sensazione? Che forma ha? Che colore? Che temperatura? E’ liquida, solida, gelatinosa, liscia, rugosa, ripida, piana, cava all’interno o piena? Vibra? Che suono ha? Convessa o concava o piatta? Si muove o è ferma? Com’è la superficie? Liscia? Rugosa? Porosa? Impermeabile? A cosa assomiglia?
  4. Se noti commenti da parte di Mind, gentilmente riporta la tua attenzione alle caratteristiche della sensazione usando il punto 3.
  5. Se in qualsiasi momento senti che “è troppo”, spingi con forza i piedi contro il pavimento e i palmi delle mani uno verso l’altro, batti le mani, guardati intorno nell’ambiente in cui ti trovi e nomina almeno 5 oggetti che trovi, presta attenzione ai suoni (anche il ronzio del PC per esempio) e ricomincia dal punto 1.
  6. Immediatamente dopo questo procedimento svolgi un’attività piacevole/rigenerante che ti piace e/o riposa -attenzione! Il punto n° 6 è l’ultimo ma è il più importante di tutti!
BONUS STEPS
Bonus  Step #1 Se vuoi portare ancora più in profondità il procedimento, chiedi all’emozione che hai individuato che messaggio ha per te oggi. Per esempio, poniamo stai provando qualcosa che si avvicina alla parola “tristezza”:
Tristezza, qual è il tuo messaggio per me, oggi?
Bonus Step #2 Dopo aver ascoltato e ricevuto con attenzione in modalità ricettiva il messaggio - se arriva subito è OK, se arriva più avanti è OK - crea il tuo piano d’azione mind-body per mettere in azione il messaggio che ti è arrivato!
...MA TU COSA MI CONSIGLI?
La dispensa dei consigli. Il mind-body coach NON è un motivatore o un dispensatore di consigli (“fai così o non fare così” o “sììì ce la puoi fare dài dài dài”)
- usti !- è molto meglio: ti aiuta a ottenerli dalla tua vera Essenza. Come? Semplice. Chi sono io per dirti come e cosa fare? Chi ti conosce da quando esisti? Chi è con te 24/7 fino al giorno in cui partirai? Quale parte migliore può dunque darti i consigli migliori se non la parte di te che è SEMPRE con te e processa una quantità incredibilmente alta di input al secondo (specificatamente, 11 milioni di pezzi di informazione al secondo, contro i 30/40 della Mente di Superficie).
- AH...
La Giusta Direzione & La Direzione Giusta
Nel mio Metodo Start Hear Your Heart© ho ideato uno speciale mind-body tool proprio per aiutarti in questa fase, la fase della creazione della vita che vuoi, progettata esclusivamente sulla verità della tua Essenza, grazie ai messaggi saggi delle tue emozioni - che sono le comunicazioni della tua Essenza a te attraverso il corpo; imparerai a distinguere meglio tra sensazioni dolorose di superficie, emozioni spurie ed emozioni pure - i veri messaggeri della tua Anima, un valore immenso che è al centro del tuo Essere: il Tuo Cuore.
L’emozione che stai provando ora: è un’ altra #psicorotoloballa di Mind o è il vero autentico messaggio della tua Saggezza Interiore e Guaritrice Interiore (Inner Healer)?
Scopriamolo insieme, ti aspetto a bordo!
Un abbraccio, Elena
 
Scritto & Postato il 14 settembre 2017 da Elena Tione




HBI© - Healing Begins Inside©
La Guarigione Comincia dall'Interno© INTENSIVO LIVE
100% FREEil Programma Mind-Body 100% Made In Italy per Dissolvere vulvodinia, dolore pelvico/intimo
e Creare la Vita Che Vuoi SCOPRI DI PIU'


4 commenti:

  1. Ciao Elena grazie per il post, avrei però delle domande da farti per capire meglio:
    1) quando parli di processare emozioni, processare ossia?
    2) per chi soffre di dolore cronico, come faccio a non confondere il sintomo o cmq il sentimento che ne consegue o che la mia mente pensa di avere come conseguenza del dolore da quelle emozioni che vuole dirmi il mio corpo? cioè quando mi chiedo che cosa sto provando emozionalmente, se io sento dolore mi viene da pensare di provare rabbia, tu ora mi dirai le emozioni non si pensano ok , ma se sento dolore che emozione dovrei provare?
    3) infine nell'esercizio che ci consigli al punto 2 mi dici di riferire lo stato che sento dopo essermi posto la domanda ma senza indicare il perchè e dove lo sento, al punto 3 mi dici di riferire che sensazione percepisco nel corpo e dove quindi mi è poco chiaro.
    Ti ringrazio se vorrai rispondermi e schiarirmi le idee.Ciao e grazie per il lavoro che fai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo,
      grazie per le tue domande, ottimi punti!

      Mi impegnerò nel dare risposte il più possibile sintetiche- certamente l’argomento è il clou del mind-body! :)

      Vediamoli insieme:

      1) A) Qui i chiarimenti
      cliccami
      più

      B) spiego più in dettaglio come fare nel mio secondo e-Book gratuito "Dissolvi i Pensieri Stressanti/Che ti tormentano in 3 Mosse [DPS3M] scaricabile qui:

      scarica gratis DPS3M

      PUNTO 2) Ottimo punto - basilare.
      Vai oltre e al di là della ovvia emozione che scaturisce dal sentire fisicamente dolore. Oltre a quello, cosa altro sta accadendo nella tua vita? Al lavoro? A casa? Nel tempo libero? Nella crescita personale? Con gli eventi che “pigiano i tuoi bottoni”?
      Quali emozioni scaturiscono da tutto ciò che NON riguarda il sintomo? Come sai, ogni sintomo è un DECOY e ti sta distraendo dall’emozione, che così rimane fuori dalla tua attenzione (perché la tua attenzione è completamente calamitata dall’intensità del dolore - impossibile non notarlo, right?) E:
      le emozioni imbottigliate riguardano tutto IL VASTO PANORAMA DELLA TUA VITA (lavoro, relazioni interpersonali sociali e private, crescita personale) che è al di là dei sintomi.

      Il dolore è la conseguenza di emozioni insaccate/non sentite riguardo tutto il vasto accadere della tua vita e non il contrario: per maggiori approfondimenti sulla strategia del dolore è possibile scaricare gratuitamente Kit Starter Ben-Essere, l’unica guida Mind-Body italiana dedicata alla strategia della TMS basata sul lavoro del Dr. John E. Sarno, MD.
      Ogni sintomo è un DECOY (=amo, esca, distrazione) per NON farti andare alla vera e reale radice della questione, ovvero tutto ciò che sta accadendo nella tua vita oltre e al di là della tua condizione di dolore pelvico cronico. Una volta acquisito questo fatto, sapendo che i tuoi sintomi sono un decoy - puoi operare un reale cambiamento. Ovviamente Carlo conosco la tua storia, so quindi che hai già consultato molti specialisti e fatto diverse terapie - per chi invece legge per la prima volta - di nuovo, rimando a KSB scaricabile gratuitamente qui - dove troverai che è indispensabile recarsi dal medico specialista e ricevere una diagnosi di esclusione.

      PUNTO 3) Come processi tu le tue emozioni? Come hai fatto fin’ora? Riesci a notare quando sei perso dentro Mind e quando invece stai processando la sensazione dell’emozione? Hai bisogno semplicemente di descrivere la sensazione - questo ti fa uscire dalla Risposta Combatti-Fuggi-Congélati (nel tuo caso più la terza fase - in inglese come ben sai Freezing) , dà il segnale che è sicuro per il tuo sistema stare con quelle sensazioni, calma il Sistema Nervoso Autonomo e gli comunica che non sei più disposto a fare il gioco della TMS o Mind-Body Syndrome. Per maggiori dettagli e sulla scienza specifica mind-body rimando di nuovo a KSB - e mi farà piacere ricevere un tuo feedback su entrambi gli e-Book perché il feedback aiuta me ad aiutare meglio voi! Un abbraccio e buon lavoro mind-body: fammi sapere come procedi!
      Grazie a te ;)

      --RECAP Per scaricare gli e-Book gratuiti--
      scarica gratis DPS3M
      scarica gratis Kit Starter Ben-Essere

      -PS in KSB oltre all’e-Book troverai anche una speciale audiotraccia per iniziare a creare la vita che vuoi!

      Elimina
  2. grazie Elena a volte ho bisogno di ripassi...gentilissima

    RispondiElimina

Lasciami un commento :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...