-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CHI SONO LIBERTÀ DAL DOLORE VULVODINIA? METODO START HEAR YOUR HEART© MIND-BODY COACHING TV

facebook.png twitter.png pinterest.png google.png youtube.png linkedin.png instagram.png

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Muscolo dell’e Emozioni, messaggere dell’Anima

Lo Psoas è composto da una coppia simmetrica di lunghi muscoli che nasce da entrambi i lati della colonna vertebrale all’altezza della 12^ vertebra toracica e dalla 5^ vertebra lombare. La coppia di muscoli si dipana lateralmente e poi scende verso l’addome nella pelvi e termina nel punto in cui raggiunge il femore.


E’ responsabile per la nostra stabilità in posizione eretta e ci permette di alzare le gambe per camminare. Una coppia sana di Psoas dà stabilità alla colonna e supporto al tronco, creando una sorta di “scaffalatura” per gli organi nell’addome.


Ma i Muscoli Gemelli Psoas sono molto più di questo: possono essere paragonati a un vero e proprio organo senziente-intelligente (come tutto il nostro corpo d’altronde!) che comunica direttamente col sistema nervoso riguardo lo stato di benessere fisicopsichicoemotivo di tutto il sofisticato sistema mente-corpo-emozioni-cuore.


Secondo Liz Koch, autrice de “Il libro dello Psoas”, questa coppia di muscoli


è un organo senziente composto da tessuto bio-intelligente che incorpora il nostro istinto di conservazione più profondo.




Lo Psoas è l’unica fascia muscolare che connette le gambe con la colonna attraversando a “incrocio” il nostro corpo da dietro in avanti.


Lo Psoas viene chiamato “il muscolo dell’anima” perché trattiene un riflesso di difesa e “sostiene” la sopravvivenza fin dal suo sviluppo nel neonato. Portando la tua consapevolezza a questo organo e connettendoti con esso, è frequente sperimentare un rilascio emozionale insieme a una serie di “scatti” e “rilasci” delle fasce che lo compongono! Infatti...


… sì, c’entra di nuovo la FFR!! Lo Psoas è tra i muscoli che primariamente rispondono alla stimolazione del ramo simpatico dell’SNA (quando sei in FFR). Cosa fai quando c’è una grave minaccia e “sei sotto forte stress”? Ti raggomitoli come una pallina in posizione fetale e ti copri la testa con le mani... grazie alla contrazione dello Psoas! E se stimoli lo Psoas continuamente (aka catastrofismo/peggior scenario) lo Psoas si contrae e “contorce” in un modo molto simile a un bruco toccato da un bastoncino (si ritrae).


Come sai, quando sei in FFR sei completamente separata dalle tue emozioni, non le stai processando.


Casi pratici comuni
Ricevi una critica da un familiare, un amico, un insegnante; sei imbottigliata/intrappolata nel traffico; hai litigato con il tuo partner; sei in un perpetuo stato che alcuni chiamano “ansia” (uh, resta incollata alla Mind-Body Coaching TV, domani un “videopillola” per questo!) - tutto questo e molto altro ancora - altri lo chiamano vagamente “stress” (di-stress contrapposto a eu-stress) - tutto ciò e molto altro ancora evoca e provoca una contrazione della coppia di Psoas.


In più, ricorda: la parte sinistra dell’addome e pelvi ospita il colon, non dimenticarlo!

Perché è importante?
Se soffri di vulvodinia o altro tipo di dolore pelvico/intimo, probabilmente il tuo bruciore è concentrato sulla rima sinistra del vestibolo vulvare.
Come spiego nel mio corso Healing Begins Inside©, ciò che affiora in superficie (=sulla mucosa, in questo caso) spesso ha radici nel profondo (negli strati 2 e 3 della pelvi che sono collegati con tutte le altre fasce dello stesso unicum muscolare del nostro corpo!).


Altre sensazioni determinate dallo spasmo dello psoas si ripercuotono in una sensazione bruciante alla spalla sinistra, nella zona dell’inserzione della scapola; in una sensazione di torsione intestinale/del colon/stomaco; un incassarsi della... cassa toracica all’altezza del cuore.


Queste emozioni intrappolate, se non vengono processate (che si rilascino o restino ancora con te), se non processate (=sentite) restano in piena carica elettrochimica nelle fibrille muscolari. La lieve deprivazione di ossigeno della TMS opera il resto et voilà, dolore, dolore, dolore.


L’SNA resta sovraccaricato sul ramo simpatico e non ha occasione di scaricare l’energia accumulata (parlo sempre di elettrobiochimica perché hai molecole chimiche -adrenalina, cortisolo e mooolto altro- più schemi elettromagnetici - ergo mooolto fisico come risultato, non trovi?).


Il problema: quando si pone? Ovvio, quando il dolore è presente e si cronicizza!


SOLUZIONE #1
La “soluzione” è comprendere che:
punto #1 la soluzione NON è eliminare lo stress, perché... ciò è impossibile! E lo “stress” in realtà è VITALE (altrimenti saresti inerte come alcune sostanze amorfe)! Right?
Compreso questo, andiamo avanti…


punto #2 GIORNO PER GIORNO, OGNI GIORNO, “L’INTERA CATASTROFE”
Il problema è quando non operi la processazione emozionale giorno per giorno, che è quando la tensione si accumula (giorno per giorno, elementare Watson! Perché non ci abbiamo pensato prima?) e passi la quasi (se non tutta) totalità del tempo a pensare pensieri (per “pensieri” intendo anche immagini, non solo parole) che iperattivano la FFR 24/7!


Considera per un attimo come lo Psoas attraversa tre articolazioni maggiori: l’articolazione dell’anca, quella tra la parte lombare della colonna e il sacro, e l’articolazione sacroiliaca tra il sacro e la pelvi. Mal di schiena, dolore all’anca o all’inguine, problematiche alle giunture che ci permettono di muovere braccia e gambe, problemi del tratto digerente e una diffusa sensazione di esaurimento e stanchezza cronica: sfido io che sei ESAUSTA!! E’ come per Superman la Kriptonite!!!


UNA CONTRAZIONE INTELLIGENTE
La contrazione dello Psoas è stata progettata dalla natura in modo intelligente, ovviamente:
una risposta di protezione a una minaccia, per proteggere i nostri organi vitali e/o superspeciali centrali (cuore, polmoni, organi digestivi, genito-urinari e di assimilazione e escretori) preparandoci, come oramai sai, all’attacco, o alla fuga, o se impossibili entrambi, al Freezing (la pallina in cui ci rannicchiamo, la posizione fetale - sì, come i ricci…).


Però oggi: da dove vengono le minacce? Lo sai già: provengono dalle interpretazioni che la nostra mente verbale di superficie fa a ogni istante (comprese le “letture della mente” degli altri…)  e non da una tigre coi denti a sciabola che ci sta per attaccare o da un burrone in cui stiamo per cadere!


Cosa dirà il mio capo? Sparlano di me? E se mi dice di no? Ah, che stro**mbola, se fa "così" significa che non gliene importa di me!! Uh, siccome x, y, z, allora questo significa (senza ombra di alcun dubbio!!) che mi sta mancando di rispetto (“x, y, z SIGNIFICA vattelappesca” è un’interpretazione totalmente arbitraria operata dalla tua mente antica. Può rovinare totalmente anche rapporti meravigliosi sia d’amicizia che amorosi che familiari, che di lavoro -giusto per puntualizzare). Farò una figuraccia! Non ce la faccio! Sono un fallimento… e bla bla bla! E a soffrirne ci rimani solo tu 24/7, perché sei solo tu nel cinema della tua mente 24/7.


Sei tesa? Nessuna meraviglia, questa sequela è la Kriptonite per il tuo Supercorpo (e per le tue relazioni…)!


Ah! Ora comincio a capire ancora di più… e posso fare MOLTO per disattivare questa benedetta Kriptonite!


Sì: puoi essere tu al volante e non la tua parte antica. Se soffri di dolore cronico, con buona probabilità ora non sei tu che stai guidando la tua auto nel viaggio della tua vita -almeno fino a questo istante :)

IL CINEMA DELLA TUA MENTE
Queste "minacce mentali" che ricreiamo in continuazione (leggi/guarda il vlogpost dove parlo di Radio Doom&Gloom) all’interno del cinema della nostra mente con immagini, parole e interpretazioni, mettono in scena ancora e ancora una continua sollecitazione che è di gran lunga più intensa di quanto il sistema nervoso possa processare.



POST-IT MIND-BODY, subito!

Ripeto: le #psicorotoloballe che provengono dalla Lizard Brain creano dall’interno una continua sollecitazione che è di gran lunga più intensa di quanto possa accadere con pericoli reali e perciò è maggiore di quanto il sistema nervoso possa processare.




SOLUZIONE #2 FUNZIONARE AL PASSO COI TEMPI
Abbiamo bisogno perciò dei nostri circuiti più evoluti per “funzionare” al passo coi tempi, e di disinnescare il pilota automatico che opera con circuiti di milioni di anni fa. Per questo “la Guarigione comincia dall’Interno”!


SII SCETTICA (CON LE #PSICOROTOLOBALLE DI MIND)
Per questo è basilare lavorare con i pensieri non utili e dis-funzionali usando lo Strumento Scetticismo sulle tante #psicorotoloballe che la mente ti racconta (ricordi? La mente mente monumentalmente), apprendere e allenare l’ascolto delle proprie emozioni, attraverso le sensazioni corporee che sono la loro manifestazione.


Lavora sull’UTILITA’ di quello specifico pensiero stressante nel creare e mantenere BenEssere: ti sta portando verso o via dalla vita che vuoi?


ATTIVA LA PARTE PIU’ EVOLUTA!
Stare con le sensazioni, processare le emozioni ti aiuta a uscire dalla tua mente antica (Lizard Brain, il circuito meno evoluto che abbiamo in comune coi rettili) e ad attivare i circuiti superiori (neocorteccia) e il Cervello del Cuore!
Ricorda: la Chiave della Guarigione -e del suo mantenimento!- è processare correttamente le emozioni…


la Chiave della Guarigione -e del suo mantenimento!- è processare correttamente le emozioni.


La Chiave della Guarigione -e del suo mantenimento!- è processare correttamente le emozioni.


Le tue emozioni hanno tanto da dirti e da darti!

Comincia a connetterti ORA con il tuo corpo per permettere a queste energie di essere rilasciate, dopo averti recapitato il loro messaggio. L’emozione è la chiave, fidati del tuo corpo: lui ti risponderà!

Un abbraccio, Elena
 
Scritto & Postato il 7 settembre 2017 da Elena Tione




HBI© - Healing Begins Inside©
La Guarigione Comincia dall'Interno© INTENSIVO LIVE
100% FREEil Programma Mind-Body 100% Made In Italy per Dissolvere vulvodinia, dolore pelvico/intimo
e Creare la Vita Che Vuoi SCOPRI DI PIU'


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...