-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CHI SONO LIBERTÀ DAL DOLORE VULVODINIA? METODO START HEAR YOUR HEART© MIND-BODY COACHING TV

facebook.png twitter.png pinterest.png google.png youtube.png linkedin.png instagram.png

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

La dimensione emozionale

La dimensione emozionale. Perché è importante? Cosa è?

Questo periodo è particolarmente "stressante" e di passaggio per me.

Molto spesso le persone che conoscono il mio lavoro mi chiedono: ma cosa vuol dire essere un "healthy" life coach? Per caso sei serena e alle stelle tutto il tempo? Imperturbabile? Senza "momenti no" e priva di reazioni?
No. Per nulla affatto.

Ci sono anche alcuni medici e altri professionisti della salute che leggono il mio blog, sono iscritti alla mia Mind-Body Coaching NewsLetter e aprono e leggono regolarmente i miei insight - tu, Anima bella, che, come me e ogni altro essere umano, sei sul tuo Buon Cammino su questo pianeta: ebbene, siamo tutte/i in cammino.

Essere healthy significa essere te.
Semplice.

E cosa vuol dire essere te?
Significa essere autentica/o.
Reale.

Significa permetterti di provare tutta la gamma di emozioni umane: dalla paura, alla rabbia, comprese invidia, gelosia, allegria, tristezza, contentezza, gioia, umore giocoso, neutralità e tutte le miriadi di sfumature dell'arcobaleno emozionale.

Eh?
Invidia? Gelosia? Rabbia? Tristezza? Paura??

Sì.
Sii te stesso/a. Sii umano/a.
Ricordi?
Mi hai sentito più volte dire: nessuno può dire che il "rosso" è più "cattivo" del "blu", o che il "verde" è più "empatico" del "rosa"!

Vedi, Anima bella: quando denigriamo con la nostra Mind non indagata le emozioni e le chiamiamo "negative" e "positive", stiamo già emettendo un giudizio.
I giudizi sono azioni che fa Mind.
Punto.
Ed essere giudicati, è l'ultima cosa che vogliamo, l'ultima che fa crescere, in un senso.
Le emozioni hanno tutte una "ragione"!
Non è sano infatti sopprimere/reprimere alcune di esse e osannarne altre. E non è reale.

Perciò se questo significa non soffocarle dentro di noi per "fare le/i brave/i bambine/i"
non è nemmeno sano
esplodere in faccia a chiunque con giudizi e sentenze, tarpando le ali altrui o negando il suo sentire.
Perché,  di fatto, esploderle è un altro modo per soffocarle, per evitare di ascoltarne il messaggio, l'intento positivo nel loro nucleo, nel loro cuore.

E se ti capita di farlo, cosa fai?

Non giudicarti. Sii compassionevole e gentile con te stesso/a.

Evita di alimentare una lotta contro te stesso/a:
perché in una lotta di  una parte di te con un'altra parte di te, dimmi:
chi vince?

si vince smettendo di combattere          TWITTAMITweet: si vince smettendo di combattere @AidaBlanchett http://ctt.ec/9Ubu2


E quella lotta alimenta i tuoi sintomi fisici, perché alimenta la reazione combatti-fuggi-congélati.

Hai bisogno della Risposta di Guarigione© per restare sana/o.
Sei sul tuo Buon Cammino!
E' un cammino, un viaggio, cioè la vita stessa.

Ecco il procedimento per la dimensione emozionale:
processare le emozioni significa prendersi quegli istanti al giorno che servono per

1) percepirle fisicamente
2) ascoltarne la saggezza sotto forma di messaggio
3) decidere di agire-non agire, e come farlo, in base al messaggio.

Se seguiamo questo procedimento, se ci diamo il permesso di adottarlo attivamente, introducendolo come strumento quotidiano, insieme al lavarsi i denti, al lavarsi i piatti o qualsiasi altra routine necessaria, interrompiamo il ciclo vizioso del combatti-fuggi-congélati, che non ci permette di restare sani, e incrementiamo un tipo di risposta alle carte che la vita ci dà, che ci dona la libertà e meno stress.
Come direbbe Lucia Giovannini, mia formatrice, innestiamo nella nostra quotidianità una routine "ad alto impatto", cioè funzionale al BenEssere, nostro e degli altri.

Quindi, invece che soppressori incalliti/incontinenti emozionali, oppure "alternatori" di entrambe le modalità, super buonisti e "brave persone" (brave belle e buone fino a che "sbottiamo"), l'idea è di diventare la miglior versione=reale e sincera di noi stesse/i diventando respons-abili=abili a dare risposte=liberi. LIBERE!

Ti interessa riavere la libertà?
Ti interessa liberarti da sintomi fisici, stress (distress), fatica cronica ed esaurimento da intossicazione chimica endogena?

A me sì, interessa!
Perché ne ho avuto ampiamente abbastanza del dolore dopo tutto ciò che ho passato con vulvodinia e fibromialgia.

Come cambiano le cose quando gli esseri umani si regalano questo semplice processo!

Questo periodo sta mettendo a dura prova tutto ciò che conosco e pratico.

Vi sono molte credenze depotenzianti con cui lavoro ogni giorno e ogni giorno, come succede anche a te e a ogni essere umano, tonnellate di emozioni arrivano e vanno nel mio sistema mind-body.

A ogni passo, è un momento evolutivo.

Prendersi cura di sé, far valere la propria voce e il proprio punto di vista in modi assertivi, regalarsi istanti per ricollegarsi con la propria saggezza interiore, sbagliare e scoprire che non esistono errori ma solo feedback, nutrimento all'indietro, scoprire a ogni istante che cresci e tutto diventa nuovo e migliore... questo è vivere l'healthy life style. E' uno stile di vita!

Un coach non è una persona "arrivata", perché nel cammino della vita non si arriva mai, o, se vuoi, "ovunque tu vada, ci sei già".

Nel prossimo post di più sul lavoro di processazione emozionale: stay fine tuned! :)
Buon cammino, Anima bella.



Scritto & Postato il 29 febbraio 2016 da Elena Tione

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento :)

PS! Anima bella, ho parlato anche di...