-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CHI SONO LIBERTÀ DAL DOLORE VULVODINIA? METODO START HEAR YOUR HEART© MIND-BODY COACHING TV

facebook.png twitter.png pinterest.png google.png youtube.png linkedin.png instagram.png

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tre buone notizie, la storia di due gruppi di donne e una profezia autoavverante

Cosa succede al tuo pavimento pelvico quando sei stressata, nervosa, quando qualcosa ti irrita o quando hai paura e sei preoccupata?

Se il p.p. entra in tensione in queste situazioni stressanti, ciò significa che il modo (totalmente inconscio) che hai imparato da piccina di processare le emozioni sta decisamente contribuendo al tuo dolore pelvico.


RICORDA: non è colpa tua!


Infatti è un pattern, uno schema diffusissimo tra molte donne (e uomini!), ed è un responso appreso, automatico e totalmente inconsapevole. Proprio come per i cagnolini di Pavlov, si tratta di una programmazione (cfr. Kit Starter Ben-Essere).

Tre buone notizie e...

La prima buona notizia è che puoi rendere conscio ciò che non lo è!

La seconda buona notizia è che puoi imparare un nuovo modo (healthy, sano) di processare le emozioni!

La terza buona notizia è che puoi fare da trainer al tuo cervello, fargli coaching e "ricablarlo" = fargli dis-imparare il dolore e creare nuove connessioni neuronali che significano =AHH, CHE SOLLIEVO, SONO AL SICURO ORA!


Per il sistema, a tutti i livelli, dolore significa pericolo e pericolo significa dolore.

Questa è neuroscienza, meglio, la scienza del dolore che si auto-mantiene. E se c’è una scienza e un sistema del dolore, c’è anche una scienza e sistema del piacere.

Ma ci sono altre buone notizie: continua a leggere!

Prima della comparsa del dolore - e  questo è anche un mio pattern - moltissime donne sviluppano fin da bambine un riflesso di estrema attenzione, di guardia (tecnicamente noto come guarding), per difendersi da qualsiasi tipo di pericolo percepito (sottolineo percepito), e dalle proprie emozioni.

Il che significa che:


il dolore NON è causato da un’emozione, ma dalla RESISTENZA a essa.

Ogni volta che percepisci un potenziale pericolo, o un’emozione, tendi e contrai il tuo pavimento pelvico. Perché hai imparato che alcune o forse tutte le emozioni (gioia compresa) sono pericolose.

PERICOLO >> FFR >> BLOCCO DELL’EMOZIONE >> DOLORE >> PERICOLO >>> DOLORE >>> PIU’ CONTRAZIONE >>>> PIU’ DOLORE >>>>> ALLARME >>>> PIU’ DOLORE…….


Credo che ora tu ti sia fatta meglio l’idea.
Ma c’è di più!

Molto spesso le donne mi riferiscono di “non sentire nulla lì sotto”: non riescono a sentire/capire se stanno contraendo o rilassando, e/o non riescono a rilassare più di un certo livello. Anche questo è un tipico segno che alla radice del tuo dolore ci possa essere un blocco emozionale.

Se questo è anche il tuo caso, c’è definitivamente speranza!
Seguimi!

Fai una o più di queste attività, come allieva -o magari come insegnante?
Yoga, Tai qi, Qi gong, Rei-ki, etc. e non riesci a risolvere?

In realtà tutte queste e molte altre, come il “semplice” lavoro col respiro (breathwork) sono pratiche potentissime (che amo tutte!), ma se non impari e ti alleni a processare correttamente le emozioni, se non apprendi e metti in pratica i princìpi legati a “stanare” la strategia della TMS (trovi tutto nel mio e-Book + audiotraccia “Kit Starter Ben-Essere”) -il loro beneficio è e sarà limitato.

Compresi massaggi, terapie, lavoro sui Trigger Point, TP (che per definizione di Travell e Simons tendono a riformarsi). Il Dr. Sarno stesso spiega che il punto centrale di ogni TP è la lieve deprivazione di ossigeno e cita studi a supporto di tale tesi nei suoi lavori.
E gli addetti ai lavori stanno studiando ancora più in profondità.
E’ infatti in atto un movimento mondiale per portare il lavoro del Dr. Sarno alla conoscenza del più vasto pubblico possibile.

Ma torniamo a te...

Il beneficio di tutte quelle pratiche meravigliose, dicevo, sarà limitato. Perché? Perché basta una frase, un pensiero, e ti tendi. Basta un pensiero, e l'SNA applica la deprivazione di ossigeno riducendo il microtorrente ematico (il SANGUE). Questione di microsecondi.
I muscoli vanno in spasmo pressocché istantaneo, e restano in spasmo. Ma non c'è solo questo. I nervi deprivati di ossigeno, glucosio e altri nutrienti entrano in sofferenza e il sistema si sensitivizza, ciò significa che ci vuole tempo per de-sensitivizzarsi.

E il tempo da solo NON è sufficiente: occorrono gli strumenti giusti e l'allenamento costante per dis-imparare tutti questi schemi.

Lo stesso pensiero mentre scivoli giù dal lettino dello specialista “quanto durerà?” “funzionerà? “Oddio se perdo il treno” “Bla bla bla” = PERICOLO - crea immediatamente FFR. E tu non ne sei consapevole. Non stai usando i mind-body tools nell’area mentale, emozionale, corporea.

E il dolore e gli spilli e tutto il resto - BAM!! Sono lì, fisici, reali, per compressione ischemica delle microarteriole e per molti altri meccanismi 100% fisiologici.

Anche la Dr.ssa Candace Pert ha spiegato magistralmente l’azione di alcuni peptidi sulla vasocostrizione/dilatazione sanguigna tramite l'azione su alcuni recettori di membrana presenti sulle pareti dei vasi! E pensa:
anche gli studi Candace - come quelli di Sarno, e come quelli dei NeuroCardiologi scopritori del Cervello del Cuore, fulcro e simbolo del mio lavoro - anch’essi sono degli anni ‘70 del secolo scorso! Oh boy!

You Say Goodbye, And I Say Hello!
Hello! Hello! Dov'è stata la medicina fino a ora?
Mah, mistero...

Anyway...
Il dolore pelvico cronico è complesso, perché il nostro sistema è complesso, meraviglioso, sofisticato, e la guarigione mind-body non è un processo lineare da A a B, come per esempio nelle situazioni acute in cui abbiamo una logica lineare da A a B come:

A (danno) >> riparazione>> (fine) B

E’ necessario conoscere (e riconoscerla in atto) la strategia della TMS, la corretta processazione emozionale, imparare a calmare il tuo SNC e a ri-allenare l’SNA (cioè letteralmente DIS-imparare il dolore centralizzatosi, tecnicamente “ricablarlo” e deprogrammare schemi che non ti servono più) e gli aggiustamenti personali che hai bisogno di applicare sulla tua specificità e unicità.

Rifletti...
Quanto ti sta costando?

Quanto ti sta costando restare nel dolore, finanziariamente e…  sotto tanti altri aspetti VITALI?

Parliamo della realtà che stai vivendo: il dolore probabilmente sta seriamente limitando o bloccando completamente la tua possibilità di lavorare e quindi guadagnarti da vivere, o di fare/cambiare/creare/migliorare/portare al successo un lavoro gratificante e che ami, e che porti davvero VALORE e benessere agli altri, e che sia la tua VERA AUTENTICA passione…

… senza contare il fatto che il dolore probabilmente ti sta impedendo seriamente *e da troppo tempo* di avere relazioni gratificanti o sta limitando/affaticando quelle che hai, e sta rubando il tuo tempo con famiglia e amici… il dolore ti toglie la gioia piena di tanti, troppi momenti…

In pratica: ti sta rubando la gioia di vivere.
Non soprav-vivere: vivere una vita PIENA!
In pratica, ti sta deprivando -in tutti i sensi!! - dell’OSSIGENO.

Allora, il punto è:
qual è il VALORE che stai dando, oggi, alla possibilità di ottenere sollievo dal tuo dolore e di riprenderti PIENAMENTE la tua vita (e la vera TE, la Te Senza Dolore)?

Hello, Hello!

Gli schemi che stai perpetuando:
- nei pensieri catastrofizzanti/peggior scenario (non guarirò mai, finirò da sola, sono condannata a una vita così, è il mio karma... )
- nel perfezionismo (devo essere perfettamente guarita per iniziare essere felice, devo seguire pedissequamente gli esercizi per la mia guarigione... perfetta)
- nella preoccupazione continua (Uddiu cosa penseranno di me, come sparleranno di me, nuu non finirà mai, nuuu niusciuno deve sape' - "la faccia oscura della loro luna nera"... )
- nell’ansia (mi manca l’aria… mi si stringe la gola… non ho abbastanza ossigeno... mi sento morire!!... )
- nell’auto-critica continua (dovrei, devo, avrei dovuto, non ne combino una giusta, non sono capace/sei un'incapace/encefalitica, non ce la faccio/fai, non è per me/te, lassa perdeee / io sono diversa, non vedi che stai deludendo tutti, non sei capace di dargli quello che bisogna dargli stupida donna a metà, finirà con un'altra [e questo è anche peggior scenario/catastrofismo - però, Uddiu, dipende: potrebbe essere la tua fortuna! ;)], quanto sei stupida!!... ),
- nella critica agli altri (deve, non dovrebbe, avrebbe /non avrebbe dovuto, eh, si comporta/si è comportata/o male, che delusione, è proprio un/a str**omboli... )
- nel continuare a bloccare ed evitare le tue emozioni con ogni altro possibile decoy mentale e fisico (mangiare, bulimìa, bere, fumare, shopping compulsivo, lavoro-workalcoholismo, surfare/gestire ossessivamente i forum, dormire eccessivamente, restare sveglia, iper-organizzare/pianificare, rivaleggiare, fare paragoni, oltrepassare i confini altrui e dimenticarti della tua Zona di Potere, iper-analizzare, prenderla sul personale... e, ciliegina sulla torta, ossessionarti sui decoy-sintomi!)...

... e tutti gli altri schemi e comportamenti che adotti inconsciamente e semi-inconsciamente...

... e se ne sei consapevole, continui a usarli, anche se sai che ti fanno del male!
Perché?
Perché la tua Lizard Brain è convinta che così sarai al sicuro...

... al sicuro... da che??!

Da tutto ciò che ti fa paura, da ciò che non conosci, da ciò che è fuori dalla tua zona di (dis)comfort.

... e ciò non è! Non sei al sicuro in quel bozzolo...
E' vero il contrario!

Lo intuisci, ma proprio non riesci,
non riesci a uscire, a uscirne fuori...

La Lizard Brain è il circuito MENO evoluto del tuo sistema... per questo non sei collegata all'intuizione e alla guarigione quando lasci che diriga lei lo show!

… Tutto questo e MOLTO altro può perpetuare per ANNI il tuo dolore, cronicizzandolo ancora di più - e sono tutti schemi difficili da modificare, sopratutto in solitudine e senza una guida esperta e un piano d’azione mind-body.

Ho aiutato tantissime donne a superare tutti questi ostacoli, sono anni oramai che esiste il mio programma Healing Begins Inside© e oggi si è arricchito ancora di più in una formula unica, diversa da qualsiasi altro programma, ed è la formula più efficace che io conosca per aiutarti a imparare ciò che ti serve per ottenere sollievo duraturo:

infatti, usare gli strumenti e le pratiche dell’approccio mind-body ti darà INDIPENDENZA e ti restituirà il potere di ricreare la tua salute dall’interno, perché la Guarigione Comincia dall’Interno - HBI - Healing Begins Inside©!

OGGI UNO STRUMENTO IN PIU':
IL POTERE DELLA COMMUNITY!
Impararle e praticarle durante e dopo il programma, attraverso il sostegno del gruppo, le risorse sempre nuove, gli aggiornamenti, e le Call mensili della Mind-Body Community, non avrai più bisogno di qualcuno che ti “sblocchi” o che ti dica cosa fare, perché avrai imparato da te, e saprai cosa fare da sola - quali tools usare su te stessa (magari occasionalmente vorrai venire in sessione, ma solo sei ti senti particolarmente bloccata, e sopratutto sai che un mind-body coach NON TI DIRA' MAI COSA FARE, ma ti aiuterà a scoprirlo!!) - e questi tools che imparerai in HBI© ti renderanno il servizio che meriti per il resto della tua vita!

Certo: avrai bisogno di usarli!

Non esiste una “pillolina magica” per il tuo dolore:
hai bisogno di montare sul tuo cavallo bianco e diventare la tua principessa azzurra, l’eroina della tua storia.




C’erano una volta...
c'erano una volta due gruppi di donne in questa storia mind-body…

un gruppo donne che si avvicinava a questo approccio da solo, senza una struttura e senza le informazioni che sono specificatamente progettate per ottenere sollievo - e così accadeva che, dopo poco, questo gruppo di donne abbandonava il sentiero mind-body, le donne che lo compongono sono convinte che su di loro nulla funzioni… [questa è una credenza limitante, aka un cluster neuronale] e onestamente non erano dirette verso una bella china...

... nel mentre...

un altro gruppo di donne si rendeva conto di volere di più, decideva di darsi il permesso di stare bene davvero e sapeva di avere bisogno di guida - spesso il Metodo completo: HBI+Coaching - e finalmente questo tipo di donne trovava sollievo.

Tu:
sei pronta a riscrivere la tua storia?

A quale di questi gruppi di donne appartieni?
A quale vuoi appartenere?
Quale profezia auto-avverante stai segretamente pronunciando?


Io credo che tu abbia sofferto abbastanza, e che ti possa finalmente dare il permesso di reclamare la vita meravigliosa che sei destinata a vivere.

MIND-BODY REMINDER #1
Sono 4 i pilastri della guarigione mind-body:

1) Conoscenza&Comprensione
2) Consapevolezza
3) Focus
4) Perseveranza

MIND-BODY REMINDER #2
Ricorda: è necessario allenarti con i mind-body tools giornalmente per ottenere risultati.
E sarai d'accordo: non c’è più grande motivatore a questo allenamento del dolore stesso.


Puoi guarire. Posso aiutarti.
Puoi iscriverti al programma qui.

E se sei iscritta alla mia Mind-Body NewsLetter, siccome proprio oggi 31 agosto 2017 sono i miei primi quarant'anni (mii che vecia!!) ho un regalo per te: c'è uno sconto speciale riservato. E scade a mezzanotte...
... non perdere la scarpetta! :D




Che profezia auto-avverante stai segretamente pronunciando?
Quale "c'era una volta un gruppo di donne" stai leggendo?
A quale gruppo ti stai unendo?
Quale storia stai scrivendo?

RISCRIVI IL FUTURO!

Un abbraccio, Elena
 
Scritto & Postato il 31 agosto 2017 da Elena Tione

PS Qualcosa ti sta trattenendo o bloccando? Scrivimi! Sono qui per farti da guida e aiutarti a sbloccare quelle parti di te in resistenza e a superare ogni ostacolo che si stia frapponendo fra te e la libertà.


HBI© - Healing Begins Inside©
La Guarigione Comincia dall'Interno© INTENSIVO LIVE
100% FREEil Programma Mind-Body 100% Made In Italy per Dissolvere vulvodinia, dolore pelvico/intimo
e Creare la Vita Che Vuoi SCOPRI DI PIU'


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento :)

Info sulla Privacy

PS! Anima bella, ho parlato anche di...