-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

CHI SONO LIBERTÀ DAL DOLORE VULVODINIA? METODO MIND-BODY© MIND-BODY COACHING TV

facebook.png twitter.png pinterest.png youtube.png linkedin.png instagram.png

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cos'hai in Mente Oggi? :)

Oggi ho creato un nuovo video per te, Sister! :)

Torniamo su uno dei mind-tools più semplici per lavorare con il Quadrante "Mind":

i pensieri stressanti/catastrofici, come per esempio i classici

"Non guarirò mai."

"Il dolore non andrà più via."

"Dalla vulvodinia non si guarisce."

"Dovrei essere già guarita a quest'ora!"

"E se... su di me non funziona?"

(e tutte le loro stressanti varianti).

Cos'hai in mente oggi? è uno dei tool più semplici ed efficaci ed è ispirato dall'ACT (Acceptance and Commitment Therapy).

Ha fatto una grossa differenza per me ed è possibile e probabile che la farà anche per te, se lo fai tuo: per questo è incorporato nel Metodo Mind-Body.

Ovviamente è solo una piccolissima componente del Metodo, e si trova nel quadrante "Mind" -la mente- così come spiego e descrivo nel mio eBook Kit Starter Ben-Essere (clicca qui per approfondire).

Ecco come funziona:
più volte al giorno ti fermi per curiosare su cosa sta facendo la tua mente in quel momento.

Fai un check con i pensieri che sta producendo.

Se per esempio ti sta dicendo (per la milionesima volta) la frase:

"non guarirai mai":

 1) lo noti (ovvio!)
 2) mentalmente, o ancora meglio su un pezzo di carta, fai questa frase, così:

Hmm interessante:
sto notando che
(per la milionesima volta!)
la mia LizardMind
sta formulando il pensiero:
"Non guarirò mai".

Ripetitiva, LizardMind! :)

Oltre all'incipit -che è tutto un programma (hmm, interessante!)- ci sono quei due pezzettini davanti al pensiero stressante:

"(io) sto notando che"

e

"(la mia LizardMind) sta formulando il pensiero",

mentre il pensiero stressante è messo tra virgolette: "...".

Dopo c'è il commentino: "Ripetitiva, LizardMind! :)

Sono importanti le parti che ho messo in grassetto, e le " " virgolette

il resto è un optional che personalmente mi diverte, perché per me aggiunge humour alla situazione:

quelle frasi paurose/stressanti non sono altro che un programma automatico e arcaico che gira sempre uguale e noioso, che suona come un disco incantato e non sa affatto ragionare

e che non è affatto né logico né razionale né tantomento utile al benessere 

- tu puoi tranquillamente tralasciare quelle parti, o inventare le tue, perché no! :)

In più, se sei davvero curiosa, puoi segnarti ogni volta che ti accorgi che LizardMind crea quel pensiero o le sue varianti, quante volte lo fa (sintomi presenti, oppure no!)...

... e così facendo ti distrae dal sentire le tue emozioni:

effetto DECOY mode-on, certo!
Bingo, Sister!! ;)

Creativa, utile e intelligente, 'sta benedetta LizardMind, eh!
Eh, nun te dico!! :D

Oh, ma sai, non è cattiva: sta solo cercando di proteggerti, povera LizardMind! Tenera lucertolina!! Solo che non è "equipaggiata" per farlo, ed è, uhm, come minimo decisamente fuori strada!

Uhm, sei con-fusa?
Ti spiego tutto meglio e più in dettaglio nel video qui sotto!

Ma prima.........

perché diamine ti è utile fare questa cosa?

Siccome LizardMind è furbacchiona e potrebbe pensare che questa cosa è ridicola/sciocca/strana/inutile, o che è una perdita di tempo o che stai troppo male o sei troppo impegnata o stanca  per testare questa cosa (lo hai notato vero? Sono tutti pensieri... stressanti, di chiusura!)....

... Ok, il punto del tool è questo:
siccome i pensieri elicitano, evocano, provocano la reazione di FFR (Risposta Combatti-Fuggi-Congélati) nel corpo istantaneamente, l'obiettivo è creare distanza, spazio e respiro (=relax, SOLLIEVO, ORA!) fra la parte di te che osserva cosa fa la mente, e il pensiero automatico generato dalla mente di sopravvivenza (LizardMind) - che è solo una piccola componente del "cervello".

In questo modo

tagli di netto la reazione di milioni di molecole di adrenalina, cortisolo e altre sostanze ormonali e neurotrasmettitori che si diffondono nel tuo corpo e tengono bello pimpante e attivo il tuo dolore in molti modi!

Diciamo che è un po' come tagliare il nodo di Gordio, in un senso...
... perché interrompi -TAGLI DI NETTO- la reazione di stress alla sua radice.

Certo, questa è solo una componente dell'equazione mind-body (e uno dei tantissimi tools disponibili), e certamente è molto potente - ma solo se comprendi come funziona, a cosa ti è utile!

Della serie, diamoci un taglio :)

Notare con più accuratezza e consapevolezza cosa sta facendo la tua mente è davvero il primissimo passo per distanziarti da essa e per smettere di credere a tutto ciò che ti dice.

E allora, questo cosa fa di utile per te e per il tuo corpo? 

Diverse cosette utili, fra cui:

ti aiuta a restare ancorata al momento presente (anziché sballottata in uno scenario orribile che ora non esiste) ed evita l'ulteriore reazione di FFR (escalation di ansia Uno e Due e quindi, più dolore e più sintomi) che si genera da questo tipo di pensieri.

E, ovvio: quegli ormoni rompi-maroni e neurotrasmettitori che amplificano i segnali algici (=del dolore), sono lì che vengono pompati nel sangue, come dicevo prima. Hmm, no buono!

Se diventi SCETTICA riguardo quei pensieri stressanti, e li metti in prospettiva e te ne distanzi quanto basta, quelle sostanze smettono di essere pompate inutilmente in continuazione nei tuoi muscoli, nervi e gli altri 100 TRILIONI di cellule del tuo corpo :)

Uh, e queste sostanze creano anche, attraverso il fattore neurotrofico nervoso, una neuroplasticità negativa delle terminazioni nervose in tutto il corpo, degranulazione mastocitaria e molto, molto altro - ok, that's enough, Elena, ne ho abbastanza!!

Molto concreto il "mind-body", ah?
Ah...

Per questo e una miriade di milioni di altri motivi (tipo, che ne so, cosette tipo squilibri ormonali, espressione genica...) in FFR il corpo non può guarire, il sistema nervoso resta in iperallerta (sensitivizzazione focale e centrale) e mantiene attivo il ciclo negativo del dolore.

L'atto dell'osservare i pensieri (anziché crederli come veri/la realtà) attiva la parte del tuo cervello che regola i pensieri stessi.

Osservare i pensieri, anziché fonderti con essi, è una delle abilità/competenze di base che hai bisogno di padroneggiare per iniziare a uscire dall'incubo dolore pelvico cronico!

In pratica, l'abilità di diventare una detective/osservatrice della tua mente ti aiuta a valutare in modo più realistico le #psicorotoloballe di LizardMind: insomma, attiva il tuo

Scettico Puro Interiore! ;)

Se vuoi dare una grossa mano a te stessa e al tuo corpo, se vuoi farti un grosso favore, fammi un favore grande: provalo!

Non hai nulla da perdere e tutto da guadagnare, right? Uh, potrebbe persino diventare divertente! :)

Occhio però che la reazione è stra-velocissima (millisecondi!), quindi puoi sfidarti a diventare sempre più brava ad 'acchiappare' sul fatto LizardMind, a beccarla mentre te ne combina un'altra delle sue! :D

Ah, le marachelle e #psicorotoloballe di LizardMind: sono epiche!! :D

Usa questo tool per qualche giorno con un atteggiamento curioso e di scoperta.

Puoi segnare sul tuo consumato taccuino da detective/agente segreto quello che scopri (shhhh... sei in modalità indagine top secret ora!) e come cambiano le cose per te - e lasciami se vuoi i tuoi commenti qui sotto al post:

fammi sapere come funziona per te, se qualcosa non è chiaro/non ti torna, e farò volentieri troubleshooting (=risoluzione di difficoltà e blocchi, etc.) per te qui sotto nei commenti (così è utile a tutte)! :)


Un abbraccio, Elena
 
Scritto & Postato il 22 agosto 2019 da Elena Tione
©Elena Tione - riproduzione riservata






Come uscire dal loop negativo del
"Sono così (malata) e non cambierò mai!"
SCOPRI COME

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciami un commento :)

Info sulla Privacy

PS! Anima bella, ho parlato anche di...